Assegno unico universale per i figli a carico

5

Con il messaggio 31.12.2021 n. 4748, l’INPS ha reso noto che dall’1.1.2022 è disponibile sul proprio sito internet la procedura per la presentazione delle domande di assegno unico universale per i figli a carico. La domanda deve essere presentata:

i) dal genitore una volta sola per ogni anno di gestione e deve indicare tutti i figli per i quali si richiede il beneficio (sarà comunque possibile sia aggiungere ulteriori figli in caso di nuova nascita in corso d’anno sia aggiornare la DSU);

ii) tramite l’apposito servizio on line accessibile dal portale INPS, ovvero avvalendosi del Contact Center Integrato o degli Istituti di Patronato. L’assegno verrà corrisposto dall’INPS ed è erogato al richiedente ovvero, a richiesta, anche successiva, in pari misura tra coloro che esercitano la responsabilità genitoriale.

La riscossione dell’assegno può avvenire:

i) attraverso uno strumento dotato di IBAN (conto corrente bancario, conto corrente postale, carta di credito o di debito dotata di codice IBAN, libretto di risparmio dotato di codice IBAN);

ii) in contanti presso uno degli sportelli postali del territorio italiano;

iii) carta Rdc, per i percettori del reddito di cittadinanza. Sul punto l’INPS precisa che lo strumento di riscossione dotato di IBAN deve risultare intestato/cointestato al beneficiario della prestazione medesima (fatta salva l’ipotesi di domanda presentata dal tutore di genitore incapace).

Avatar