Modifiche all’IRPEF dal 2022

4

 

 

E’ stata pubblicata sul S.O. n. 49/L alla G.U. 31.12.2021, n. 310, la Legge n. 234/2021, Legge di Bilancio 2022.

Una delle misure maggiormente importanti è la modifica della tassazione IRPEF, con variazioni agli scaglioni, alle aliquote ed alle detrazioni.

In questo modo viene parzialmente anticipato quanto previsto nel ddl che ha conferito al Governo la delega legislativa per la Riforma fiscale.

Viene inoltre decisa la riduzione da € 28.000 a € 15.000 della soglia di reddito di lavoro dipendente o assimilato entro la quale, in linea generale, spetta il trattamento integrativo (€ 1.200), c.d. “bonus IRPEF”, consentendo tuttavia l’attribuzione dello stesso per i redditi non superiori a € 28.000 al sussistere di specifiche condizioni.

 

SCAGLIONI E ALIQUOTE IRPEF

Con la riscrittura dell’art. 11, comma 1, TUIR, vengono variati, come detto, gli scaglioni di reddito e le aliquote IRPEF. Le percentuali sono ora ridotte da 5 a 4, come di seguito:

 

Scaglioni di reddito e aliquote percentuali

Fino al 2021 Dal 2022
Fino a € 15.000 23% Fino a € 15.000 23%
Oltre € 15.000 fino a € 28.000 27% Oltre € 15.000 fino a € 28.000 25%
Oltre € 28.000 fino a € 55.000 38% Oltre € 28.000 fino a € 50.000 35%
Oltre € 55.000 fino a € 75.000 41% Oltre € 50.000 43%
Oltre € 75.000 43%

 

In sintesi:

  • viene eliminata l’aliquota del 41%;
  • la aliquota del secondo scaglione è ridotta dal 27% al 25%;
  • la terza aliquota è ridotta dal 38 al 35% e si applica ai redditi fino a € 50.000 (mentre il precedente limite dell’aliquota al 38% risultava fissato a € 55.000);
  • i redditi superiori a € 50.000 sono assoggettati al 43% (fino al 2021 aliquota si applicava oltre la soglia di € 75.000, con un evidente aumento di tassazione sopra i 50 mila euro lordi).

Da un primo conteggio si riduce l’imposta sui redditi entro i 30.000 euro lordi.

Dai 75 mila lordi in su si aumenta la tassazione di circa 4 mila euro. Quindi gli acconti che verseremo nel 2022 non saranno sufficienti a pagare l’IRPEF 2022 e in Unico 2023 c’è da aspettarsi un conguaglio per queste tipologie di contribuenti.

 

Detrazioni reddito di lavoro dipendente

Le detrazioni da lavoro dipendente, disciplinate dall’art. 13, comma 1, lett. a), b) e c), TUIR, risultano modificate dal 2022.

Finora sui redditi di lavoro dipendente non superiori a € 8.000 si aveva diritto ad una detrazione di € 1.880 (la detrazione non può essere inferiore a € 690). Ora il limite di € 8.000 passa a 15.000. Per i rapporti di lavoro a tempo determinato, la detrazione effettivamente spettante non può essere inferiore a € 1.380. Vengono rimodulate le detrazioni per gli scaglioni superiori di reddito (8.000 – 28.000 e 28.000 – 55.000). Inoltre la detrazione è aumentata di € 65 se il reddito complessivo è superiore a € 25.000 ma non a € 35.000.

Avatar